Disturbi nel comportamento eliminatorio del gatto

Disturbi nel comportamento eliminatorio del gatto

Il gatto è di solito molto pignolo riguardo alle sue abitudini eliminatorie e tende ad usare in modo abitudinario una lettiera all’interno della casa, se ce l’ha a disposizione, oppure un suo posticino ad hoc in giardino. Pertanto se si scoprono feci o urine depositate in un angolo della casa, è il segnale che qualcosa non va e il gatto lo sta segnalando nel suo linguaggio, occasionalmente può capitare un incidente, se il gatto è malato, è rimasto intrappolato in una stanza o ha avuto uno spavento improvviso. Se però l’urinazione e la defecazione inappropriata persistono, è opportuno porsi delle domande sullo stato di salute e sul benessere del gatto, e ovviamente qualsiasi sia la causa , il gatto non deve essere punito. Le punizioni faranno soltanto sì che il gatto diventi ansioso e che il problema peggiori. I deterrenti come ricoprire i luoghi dove è avvenuta l’eliminazione inappropriata con fogli di alluminio o plastica, spargere bucce d’arancio o pepe o lo spruzzino, serviranno soltanto a ridirezionare il comportamento da un’altra parte, causare ulteriore ansia. È importante capire che il modo in cui agisce il gatto non è un dispetto o una vendetta, qualcosa sta andando storto nel suo mondo e bisogna cercare di scoprire di che si tratta.

La prima cosa da chiarire è se si tratta di ELIMINAZIONE o di MARCATURA, è importante perché le due cose sono molto differenti. I gatti usano l’urina come segnale odoroso o “marcatura” per sé stessi e per gli altri gatti. I motivi per i quali l’urina viene deposta come segnale odoroso

è molto diverso rispetto all’eliminazione di urina perché la vescica è piena e va svuotata.

È pertanto importante stabilire se il gatto sta spruzzando o urinando dal momento che

l’approccio al problema sarà totalmente diverso.

  • Per urinare il gatto si accovaccia e deposita un discreto volume di urine su

una superficie orizzontale. Inoltre il gatto può grattare l’area intorno a dove

ha urinato, anche se non c’è niente da scavare. I siti più comuni per le

eliminazioni inappropriate sono: tappeti, divani, piumoni, vasche da bagno o lavandini.

  • Per spruzzare, invece, il gatto sta in piedi, di solito scalpiccia con i piedi posteriori, facendo

fremere la coda e spruzzando una piccola quantità di urina all’indietro su una superficie verticale, come un muro, ad altezza di naso di gatto, lasciando una scia di odore notevole. I posti più comuni dove si può trovare spruzzato sono, porte, finestre, intorno alle porticine per gatti, sulle tende, su apparecchi elettrici o elettrodomestici, sulle borse della spesa o su quelle della spazzatura.

Quando si è capito quale dei due eventi si sta manifestando, sarà necessario prendere gli opportuni provvedimenti per risolvere il problema.

Il problema è inoltre che, una volta che il gatto ha urinato o defecato in un posto, sarà spinto a riusare quel posto come una normale toilette. Il miglior modo di interrompere questa abitudine è tenere il gatto lontano da questa area il più possibile, rimuovere qualsiasi odore che il gatto possa rilevare e variare la geografia del luogo usando ad esempio un mobile per chiudere l’accesso.

Lavare l’area con una soluzione enzimatica al 10% e poi risciacquare con acqua calda e far asciugare. Spruzzare l’area con alcool, sfregare e lasciar asciugare. (no varechina, no ammoniaca, no deodoranti)

In ogni caso, un gatto che ha iniziato a fare eliminazioni inappropriate in casa deve essere per prima cosa sottoposto a visita veterinaria per escludere che si possa trattare di un problema all’apparato urinario. Qualsiasi tipo di infezione o infiammazione del tratto urinario può far sì che il gatto urini dove si trova invece di andare fuori o alla lettiera. Quando il gatto urina in questo modo si può scambiare per una marcatura. Il gatto spesso trae beneficio dall’aumento di liquidi nella dieta se soffre di cistite ricorrente, quindi si può variare la dieta da secco a umido, previa consultazione veterinaria.

Perché il gatto sporca in casa? Eliminazione inappropriata

Ci sono numerosi motivi per cui un gatto può iniziare a sporcare in casa. Qui sotto sono elencati i più comuni e le possibili soluzioni.

Malattie

Malattie del tratto urinario o la diarrea possono causare eliminazioni in giro perchè il gatto sta male o proprio non ce la fa a raggiungere la lettiera o a uscire.

Soluzioni Possibili

Necessita appropriato trattamento medico che risolva la patologia, il gatto però potrà sporcare in giro a causa del fatto che ha sperimentato disagio o dolore sulla lettiera, pertanto sarà opportuno fornirgli un’altra lettiera e incoraggiarne l’uso.

Età

Un gatto anziano potrà non volersene andare fuori al freddo o alla pioggia o potrebbe avere problemi ad usare la lettiera che usava fino a prima a causa delle articolazioni anchilosate. Quando diventa vecchio un gatto diventa anche più insicuro e si può sentire minacciato dalla presenza di altri gatti nei dintorni.

Soluzioni Possibili

Ad un gatto anziano e con un po’ di artrite bisogna fornire dei posti sicuri e facilmente accessibili, dove fare i propri bisogni. Fornirgli una lettiera bassa o con una parte tagliata o con una piccola rampa per accedervi spesso aiuta.

Paura o ansia

I gatti si sentono molto vulnerabili quando sono nella lettiera, e se si sentono minacciati, possono non usare più quella specifica lettiera dove si sentono in condizioni di inferiorità. Spesso il problema sono altri gatti (in casa o fuori) che intimidiscono o infastidiscono il gatto che sta urinando e defecando, o un rumore improvviso che lo ha spaventato.

Soluzioni Possibili

Fornire un posto discreto dove sistemare la lettiera dentro la casa, assicurarsi che il posto sia sicuro da assalti di altri gatti ed eventualmente fornito di una via di fuga.

Rimozione dei siti prima utilizzati

Alcuni gatti sono molto abitudinari e qualsiasi cambiamento nella loro routine di eliminazione ha un serio impatto sul loro comportamento.

Soluzioni Possibili

Assicurarsi che le zone preferite del gatto per l’eliminazione siano sempre rispettate.

Problemi di lettiera

Se il gatto normalmente usa una lettiera ma ha recentemente iniziato a farla in altri posti della casa, di solito c’è una ragione. Ecco le cause più comuni:

  • Lettiere sporche: i gatti non gradiscono lettiere che ritengono troppo sporche. Le lettiere dovrebbero essere vuotate completamente e lavate ogni due giorni ed essere quotidianamente rabboccate con sabbietta pulita una volta che i solidi sono rimossi. Se la sabbietta non è agglomerante dovrebbe essere cambiata ogni 2 giorni al massimo (oltre che quotidianamente rimossi i solidi) poiché l’accumulo dell’odore di urina vecchia può diventare estremamente sgradevole per il gatto.
  • odori sgradevoli (per il gatto): se il gatto non gradisce deodoranti o disinfettanti con forti odori che possono essere stati usati per pulire la lettiera può rifiutarsi si usarla. La lettiera va pulita con acqua calda e un detergente-disinfettante non aggressivo, possibilmente specifico per pulizia delle lettiere e va risciacquata bene prima dell’uso. I gatti che stanno imparando ad usare la lettiera all’inizio e possono avere bisogno di stabilire un associazione con posti e odori e una pulizia troppo frequente o con detergenti troppo aggressivi può indebolire l’associazione.
  • Tipo di sabbietta non gradito: Il cambiamento della consistenza o del tipo di lettiera può dissuadere il gatto dall’usare la lettiera. I pellets di legno possono essere accettabili per un gattino ma quando il gatto crescendo diventa più pesante può trovare scomodo camminare su tale superficie. I gatti preferiscono la sabbia di grana fine con la consistenza della sabbia del mare e senza deodoranti profumati. Se volete cambiare il tipo che usate, mescolate il nuovo gradualmente dentro il vecchio nel giro di una settimana per misurare la reazione del gatto.
  • Posizione della lettiera: Se la lettiera è posizionata all’aperto dove il cane, i bambini o altri gatti lo disturbano, il gatto può non usarla volentieri. Invece può cercare un punto più sicuro dietro la televisione. I gatti possono non gradire una lettiera posta vicino ad un rumoroso elettrodomestico (es la lavatrice). La lettiera va messa in un angolo calmo e riparato in cui il gatto non debba guardarsi le spalle, la ciotola del cibo e dell’acqua ovviamente NON VANNO MAI messe vicine alla lettiera.
  • Tipo di lettiera: Alcuni gatti preferiscono la sicurezza di una lettiera coperta mentre altri preferiscono una lettiera aperta perché offre maggiori opzioni per la fuga. Se utilizzate normalmente una lettiera aperta può valere la pena di comprarne una chiusa o viceversa. Uno scatolone capovolto con un lato tagliato o un attento posizionamento delle piante di casa può fornire la segretezza necessaria.
  • Associazioni sgradevoli: Un gatto può decidere di non utilizzare una lettiera perché durante il suo utilizzo ha avuto un’esperienza per lui sgradevole, ad esempio si è approfittato per somministrargli una pillola o una puntura, questo può essere sufficiente per generare un’associazione sgradevole. Riposizionare la lettiera in un punto calmo può aiutare.
  • Educazione iniziale: I gattini piccoli sporcheranno spesso in giro per casa, se viene loro permesso di andare dove vogliono, infatti essi hanno un controllo delle viscere e della vescica non completamente sviluppato ed è quindi molto importante che abbiano sempre accesso facile e rapido alla lettiera . È consigliabile limitare inizialmente il gattino ad una stanza e aumentare i periodi di esplorazione di altre zone dopo alcune settimane.

Perché il gatto MARCA in casa? Comportamento di marcatura

Tutti i gatti, maschi o femmine, interi o castrati. possono spruzzare. Questo comportamento si presenta solitamente all’aperto come parte del sistema di comunicazione tramite odori. I gatti sono soliti lasciare segnali della propria presenza strusciandosi e graffiando ramoscelli o altri oggetti, non solo per farsi conoscere dagli altri gatti ma anche per “rifornire” il territorio con il proprio marchio. Nel gatto non castrato, l’urina non solo segnala la presenza del maschio ma anche la sua condizione. Lo spruzzare all’interno della casa è un segno che il gatto è sottoposto a stress e deve riassicurare sé stesso, circondandosi dei suoi odori. Poiché già il gatto si ritiene minacciato da qualcosa, vano evitate le punizioni altrimenti il problema potrà solo peggiore. I proprietari devono cercare di capire in che cosa consiste la minaccia e agire per eliminarla o gestirla. La causa più comune è la presenza di altri gatti, all’interno della casa o nelle vicinanze. Può capitare che l’arrivo di un nuovo bambino o di una persona nella famiglia, lavori di ristrutturazione, cambi di mobili o una variazione nella routine della vita quotidiana determinino l’inizio di spraying in casa, se il gatto è già un po’ ansioso.

Arrivo di un gatto nuovo gatto

L’entrata in famiglia di un nuovo gatto può far sì che i gatti già presenti si sentano minacciati o che vengano alterati gli equilibri presenti così che compare il comportamento di spraying, spesso accompagnato da un grado di aggressione passiva o attiva e di comportamento d’intimidazione di cui il proprietario può non accorgersi. Per risolvere il problema è necessario impedire il conflitto fra i gatti e aumentare la sensazione di sicurezza e fiducia nell’ambiente domestico. La presenza di abbondanti risorse farà diminuire l’ansia da concorrenza. Il numero giusto sarebbe una risorsa per gatto più una , considerando risorse:

– Stazioni d’alimentazione (l’alimentazione a volontà promuoverà un atteggiamento meno competitivo)

– Luoghi dove bere

– Cucce comode e calde

– Lettiere

– Tiragraffi ad albero

– Spazi in alto

– Zone per nascondersi

– Giocattoli

I gatti spruzzano spesso vicino ad una porta per riassicurarsi e per segnalare la loro presenza ai gatti esterni. E’ sufficiente che vedano altri gatti anche fuori in giardino da una porta o da una finestra per sentirsi minacciati, in tal caso si deve impedire che gatti esterni entrino in giardino o si devono coprire con tende, piante o altro le zone da dove il gatto potrebbe vedere gli “invasori”. Una volta che il gatto ritiene che all’interno è sicuro ci sarà meno necessità di contrassegnare marcando.

Lavori di decorazione e di ristrutturazione

Un gatto nervoso o che vive esclusivamente all’interno può sentirsi minacciato dai cambiamenti che vengono apportati al suo ambiente. Gli odori portati dentro su abiti e scarpe dei proprietari possono essere sufficienti ad innescare un senso di insicurezza e quindi la necessità di spruzzare. I lavori di imbiancatura o cambiamento di mobili rimuovono tutte le sottili tracce odorose che il gatto aveva applicato con pazienza e determinazione al suo territorio, strusciandosi contro le pareti e graffiando i mobili. Per ridurre l’effetto shock di questi cambiamenti al territorio del gatto è bene farlo stare lontano dalle aree modificate fino a che gli odori “nuovi” si siano mescolati con gli odori normali della casa. Si può accelerare questo processo spargendo un po’ dell’odore del gatto noi stessi. Strofinando delicatamente un panno sulla testa del gatto, vicino alle orecchie, si raccolgono i feromoni che forniscono un messaggio di familiarità e di sicurezza direttamente al cervello del gatto, il panno poi va strofinato sui mobili e sulle pareti ad altezza del gatto varie volte al giorno. Il gatto può essere meno indotto a spruzzare se sente il proprio odore già presente. Ora esiste un prodotto specifico che contiene i feromoni sintetici (Feliway) che è molto utile per dare alla casa un assetto feromonale “tranquillo”

Aiutare il gatto a sentirsi sicuro

Anche quando la causa dello spraying non è evidente ci sono modi cui potete far si che il vostro gatto si senta più sicuro e quindi più tranquillo. Per esempio, limitare la zona che il gatto deve perlustrare ad una o due stanza può contribuire a migliorare il senso di sicurezza ed a ridurre il desiderio di contrassegnare, usare i feromoni facciali felini sintetici e pulire molto bene i luoghi spruzzati con acqua calda e detersivi enzimatici, spruzzando poi sul luogo alcool a 90°. Poi si passa con Feliway due volte al giorno per almeno una settimana. Disporre le ciotole con il cibo vicino ai luoghi spruzzati può favorire l’associazione positiva con la zona.

Aiuto Specialistico

Le eliminazioni inappropriate possono essere curate in molti gatti usando le tecniche descritte qui. In alcuni casi il problema può essere più persistente ed è consigliabile discuterlo con il vostro medico veterinario piuttosto che provare da soli. I problemi di comportamento possono essere trattati occasionalmente con appositi farmaci ma è fondamentale la terapia comportamentale per controllare o rimuovere la causa alla base del problema. In tal caso è bene fare riferimento ad uno specialista nel comportamento felino.

Fonti

  1. Recent Advances in Companion Animal Behavior Problems, Houpt K.A. (Ed.). International Veterinary Information Service, Ithaca NY (www.ivis.org), Last updated: 11-Oct-2000; A0801.1000.
  1. Feline Urine Spraying K. Seksel Seaforth Veterinary Hospital, Seaforth, New South Wales, Australia.